STORIA 86-95

Seleziona una categoria dalla lista qui sotto
MEDAGLIERE   PRESENZE IN NAZIONALE   COPPA DEI CAMPIONI   CAMPIONI D’ITALIA   SQUADRE SCUDETTATE   STORIA 76-85   STORIA 86-95   STORIA 96-05   STORIA 06-14

1986

ANNO DEI TECNICI.
Nebiolo al decennale della Cariri. Completato il pistino coperto. Il Meeting è stellare

Finalmente il professor Roberto Bonomi scioglie la riserva ed accetta di entrare a far parte dello staff Tecnico della Studentesca Cariri. Un acquisto importantissimo che permette all’ambiente di completare i ranghi. La società può contare su Roberto Nafissi che sta lavorando alacremente sul settore femminile e tra le sue allieve può annoverare Amalia Aquilini,Monica Nafissi, Roberta Leoni e Raffaela Marchili. Egidio Capalbo ha un gruppo che si distingue per l’amalgama ,per il rapporto di amicizia tra tecnico e atleti che Egidio definisce “leoncini”. Sandro De Santis trasforma Cittaducale in fucina di talenti, non a caso la scuola civitese assurgerà a scuola protagonista in ambito provinciale. Toto Panzini è il santone del mezzofondo e nell’86 organizza anche una spedizione a Gerusalemme. I suoi rapporti con la Forestale non sono idilliaci e la cosa non farà bene al settore. Fabio Poles ha un gruppo d’avvenire e tra gli altri ricordiamo Fulvio Festuccia,Andrea Campogiani, Romano Vella ,Andrea Venga ,Alessandro Varriale e l’astro nascente Mauro Rossi. Elio Chiari mette su una squadra di marcia che domina il campo non solo a livello laziale.Il sondaggio tra i tecnici individua gli atleti dell’anno . E’ Michaela Tarantino la numero uno in assoluto ,mentre nelle rispettive categorie vengono elette Nicoletta Nobili e Mauro Rossi per i ragazzi, Barbara Ciccarelli e Romano Vella tra i cadetti,Debora Polidori e Angelo Cipolloni tra gli allievi, Patrizia Scarciafratte e Marco Di Lieto tra gli Juniores, Laura Spagnoli (merita una citazione il fine settimana che la vede sabato 12 luglio diplomarsi all’Isef e domenica 13 portare il primato sociale degli 800 a 2’09”25) e Angelo Carosi tra i seniores. Nei campionati di Società vinciamo cinque titoli su sei : Ragazze Cadette,cadetti,allieve, allievi. E’ l’anno del completamento del pistino coperto e della prima edizione degli Studenteschi Indoor. Nella finale del Cross l’Agricoltura Cittaducale con Gianluca Casa, Marco Pollonio e Agostino Saulli conferma a Cosenza il tricolore nella campestre . Si disputa la seconda edizione della 50 x400 La Sisti si conferma in1h 1’17”9 e sono 13 le scuole che completano i 20 chilometri.. A festeggiare il decennale,grazie alla mediazione di Sandro Giovannelli, interviene Primo Nebiolo. A Firenze nella finale nazionale allievi siamo secondi solo alla Snia Milano di Franco Sar. Questa la squadra che sfiora il primo titolo : Angelo Cipolloni autore di una esaltante doppietta(100 e 200 rispettivamente con 10”94 e 21”87), Massimo Innocenti,110 hs,Marco Maini lungo, Antonio Boncompagni disco,Gianrico Boncompagni 400 e 400 hs, Otello Orsini 1500 e 3000(vinti con 8’56”41),Giorgio Brigà 1500 siepi,Gianmarco Vitagliano peso e giavellotto,Stefano Bianchetti nell’asta, Massimiliano Parrini marcia, la 4×100 con Morris Baldi,Andrea Campogiani, Marco Maini e Andrea Cerroni. Negli 800 Germano Dolso ,Antono Boncompagni nel disco,Andrea Cerroni ,improvvisa il triplo,Giuseppe Figorilli nell’alto.Il meeting ci regala l’ 1’43”19 di Steve Cram, il 10”88 di Evelyn Ashford,il 3’29”77 di Sebastian Coe,il 2,38 di Igor Paklin . Quattro primati mondiali stagionali e i primati italiani di Stefano Mei nei 1500 con 3’34”57 e di Gabriella Dorio nei 2000 con 5’43”30. Sono 15 i convocati Cariri al tradizionale Lazio Ile de France a Parigi. Primato sociale della 4×800 femminile assoluta a Como in 9’05”36. La giornata che chiude il Città di Rieti vede Angelo Cipolloni volare in 10”7 nei 100 e 48”7 nei 400. Eccellente prova di Patrizia Scarciafratte che corre gli 800 in 2’11”0. Cinque affermazioni alle finali Csain di Milano grazie a Gianrico Boncompagni 55”4 nei 400 hs,Romano Vella 13”6 nei 100 hs, Otello Orsini nei 3000 (gara tattica),Debora Polidori 1,67 personale nell’alto e Gianmarco Vitagliano 64,44 nel giavellotto. Quindici i reatini che vanno a Parigi per incontrare i coetanei dell’Ile de France; Stefano Bianchetti, Antonio Boncompagni, Gianrico Boncompagni, Gianmarco e Liliana Vitagliano, Paola De Angelis, Otello Orsini, Marco Maini, Debora Polidori, Sabina Pasuch, Cristina Rosati, Patrizia Scarciafratte, Amalia Aquilini, Michaela Tarantino. Vincono Cipolloni, Antonio Boncompagni e Tarantino.

 

1987

LO SCANDALO DEL LUNGO AI MONDIALI DI ROMA
A Modena : un tris esaltante grazie a Cipolloni, Boncompagni e la staffetta 4×400. Bella doppietta nella Combinata

E’ l’anno dello scandalo Evangelisti ai Mondiali di Roma. Incredibile quello che la Fidal di Nebiolo riesce a combinare,regalando 50 centimetri al saltatore padovano. Fortunatamente le cose in casa Cariri vanno in maniera egregia e le soddisfazioni attenuano la delusione per quanto avviene ai vertici ,perché, è inutile nasconderlo ,nella circostanza la nostra Federazione fa una figura barbina e viene additata come il regno dell’intrallazzo. Ma torniamo ai problemi di casa nostra . Apre la stagione Michela Tarantino che vince il titolo indoor superando l’asticella a 1,85 misura che le permette di indossare la maglia della nazionale assoluta nel triangolare contro Spagna e Bulgaria. Argento della squadra junior agli italiani di cross grazie a Francesca Rocca, Federica Lepori, Silvia Di Giacomo, Sabrina Leonardi. Squadra assoluta nona e prestigioso quinto posto nella combinata. La media Poggio Nativo sotto la guida di Gianni Cavoli vola alle nazionali di Messina, per la precisione a Milazzo,dove Francesca Rocca e il Professionale per il Commercio con Sabrina Leonardi, Silvia Di Giacomo e Sonia Brandlechner centrano l’argento. Cittaducale batte le scuole reatine e va allo stadio dei Marmi per la finale. Un bel riconoscimento al lavoro di Sandro De Santis che dopo anni di collaborazione con il professor Giancarlo Lunari e , grazie alla disponibilità della Preside Santarelli, centra un obiettivo storico. Queste le ragazze che rappresenteranno degnamente Rieti : Elisabetta Graziani ostacoli, Barbara Manca lungo, Daniela Ursini velocità, Fiorella Severoni, Virginia Cruciani, peso, Sara Leonardi 1000. Per Toto Panzini bel riconoscimento da parte dei Veterani dello Sport con l’assegnazione del Seminatore d’oro 1987. Tre atleti Cariri convocati in contemporanea in azzurro si tratta di Amalia Aquilini, Angelo Cipolloni e naturalmente di Michaela Tarantino. A Saragozza Tarantino vince il triangolare contro Spagna e Svizzera superando 1,80. Agli assoluti di Roma la politica della Società riceve un grande riconoscimento dai piazzamenti di Gianni Tozzi , Campione d‘Italia nei 110 hs ,Michaela Tarantino argento nell’alto , Amalia Aquilini quinta nei 400 ostacoli. Per Tarantino quarto posto ai Giochi del mediterraneo in Siria, per chiudere la stagione con l’ennesimo titolo ai campionati juniores di Grosseto. A Modena si registra la trasferta più bella della stagione con tre titoli italiani grazie ad Angelo Cipolloni nei 100, Gianrico Boncompagni nei 400 Hs e alla 4×400 che schiera Angelo Cipolloni,Gianrico Boncompagni, Romano Vella e Flavio Barberi. La Fidal pubblica le graduatorie nazionali di Combinata ed i nostri atleti ci regalano i titoli con gli allievi grazie ai punteggi conseguiti da Angelo Cipolloni, Gianrico Boncompagni,Romano Vella, Alessandro Varriale,Andrea Putignani,Andrea Campogiani,Flavio Barberi, Stefano Bianchetti e Andrea Venga. La seconda affermazione arriva dalle Cadette grazie a Barbara Manca,Anna Lisa Boncompagni,Patrizia Spuri, Nicoletta Testasecca,Alessandra Ciocca Valeria Colasanti,Enrica Balloni e Mara Orfei. Una stagione intensissima portata avanti grazie alla sensibilità del Gruppo Giudici Gara che riceve il riconoscimento più importante dalla Giunta Nazionale con la convocazione di ben nove componenti del GGG di Rieti per la rassegna iridata dello stadio Olimpico a Roma. I convocati sono: Paola Bonafaccia, Bruna Candidi, Antonio Colle, Anna Maria D’Orazi, Franca Faraglia, Mario Guadagnoli, Massimo Moroni, Claudia e Roberto Paloni. Le graduatorie provinciali ragazzi vedono protagonisti elementi come Emiliano Pizzoli capofila degli 80,alto,lungo,quadruplo e triathlon. Negli ostacoli il capofila è Massimiliano Giovannelli .Atleti dell’anno Emiliano Pizzoli e Nicoletta Nobili tra i ragazzi,Giammaria D’Angeli e Barbara Manca tra i cadetti, Angelo Cipolloni e Luisa Panzarino tra gli allievi, Marco Di Lieto e Debora Polidori tra gli juniores e Angelo Carosi e Amalia Aquilini tra i seniores. I più votati in assoluto Michaela Tarantino, 1.85 nell’alto e Gianrico Boncompagni 52”36 nei 400 hs.

1988

NASCE IL GRANDE SLAM: VINCI, SISTI, STRAMPELLI E JUCCI PROTAGONISTE
Da Michaela Tarantino arriva il primo titolo assoluto dell’atletica femminile reatinaIl Provveditore Giancola lascia Rieti e arriva Giuseppe Antonio Giordano. Alla Cassa di Risparmio Bruno Agabiti succede all’Avvocato Leonardo Leonardi.Una stagione senza soste, con gennaio che ci riserva due titoli grazie ad Angelo Cipolloni e alla staffetta 4×1 giro con la Cariri che , a fianco di Cipolloni , schiera Andrea Campogiani,Gianrico Boncompagni ed Emanuele Rutigliano. Belle affermazioni di Gianrico Boncompagni e Micaela Tarantino contro la Germania. A Gallina uno splendido paesino che sovrasta lo stretto di Messina terza affermazione consecutiva nella combinata di cross grazie ai successi delle cadette (Stella Di Santo,Nicoletta Testasecca,Moira Orfei, Enrica Balloni, Sara Cipriani e Anna Risa) e delle allieve (Tamara Scardocci,Barbara Ciccarelli,Patrizia Spuri, Valentina Chini,Marina Scappa e Anna Paola Vecchi).
Arriva il primo titolo italiano assoluto nella storia della Cariri con Tarantino che vince l’alto Indoor, mentre Gianrico Boncompagni è di bronzo nei 400 . Due presenze nella nazionale assoluta per Michaela in Spagna e a Torino.
Si mette in evidenza il nome nuovo del mezzofondo femminile Stella Di Santo. Davide Ciccarelli centra il bronzo agli italiani di marcia su strada a Bari. Il Nazareno Strampelli porta ancora una volta la Scuola reatina ai vertici nazionali nella finale nazionale di Senigallia grazie a Sabrina Scipioni,Paola De Angelis, Sonia Brandlechner,Tamara Scardocci,Valentina Chini e Patrizia Spuri. Basta confrontare i nomi di Gallina e di Senigallia per rendersi conto dello strettissimo rapporto Scuola e Società. La finale regionale degli Studenteschi si disputa a Rieti e sono tre le Scuole a centrare la finale di Montecatini. Il Città di Rieti è motivo di richiamo per il Centro Italia , Gianrico Boncompagni corre i 400 in 47”5 e si guadagna anche lui, dopo Michaela ,il lasciapassare per i Mondiali juniores in Canada.. La squadra assoluta femminile presenta uno degli organici più forti della storia e da Teramo arriva anche Paola Gatti sull’esempio di Stefania Storace. Le squadre juniores vanno in finale a Molfetta dove la squadra maschile fallisce la vittoria per la squalifica di Marco Festuccia ad un chilometro dalla conclusione della gara di marcia. Le donne si salvano grazie alle grandi prove di Michaela Tarantino,Luisa Panzarino e Francesca Rocca. La squadra delle allieve va in finale a Firenze ,mentre i maschi si qualificano per l’interregionale di Nocera Inferiore. A Firenze le prove migliori arrivano da Barbara Ciccarelli che vince gli 800 e da Cristina Grechi seconda nel disco: A Nocera Inferiore Romano Vella vince gli ostacoli mentre c’è l’incredibile squalifica del favorito Davide Ciccarelli nella marcia. Doppietta delle squadre ragazzi a Colleferro.
Sono quattro gli atleti della Cariri convocati per le nazionali giovanili. Oltre a Tarantino e Boncompagni si guadagnano la convocazione anche Luigia Panzarino e Antonio Boncompagni. Le uniche medaglie del Lazio alle finali dei Giochi sono appannaggio di Emiliano Pizzoli e Massimiliano Giovannelli . Laura Spagnoli conquista il bronzo agli assoluti sugli 800. Stefano Bianchetti sale a 4,30 nell’ asta. Nel Lazio Ile de France ,la Cariri fa tredici, tanti sono i convocati per la trasferta di Parigi. Titolo Italiano di Angelo Cipolloni a Grosseto dove arriva anche la vittoria della 4×400. Alla rassegna nazionale la Cariri vede ben 28 convocati, tra allievi e cadetti. Atleta dell’anno è Gianni Tozzi 13”61 che torna a vestire la divisa della Forestale.La rivelazione è Luisa Panzarino, allieva di Vincenzo De Luca. Danilo De Angelis ed Emanuela Monti, tra i ragazzi, Emiliano Pizzoli e Stella Di Santo, tra i cadetti, Davide e Barbara Ciccarelli, tra gli allievi, Gianrico Boncompagni e Michaela Tarantino ,tra gli juniores .Tra i seniores sono Fabio Di Benedetto e Laura Spagnoli gli atleti dell’anno.
Nasce il grande Slam e se lo aggiudicano la Vinci femminile e la Sisti maschile per le medie ,mentre per le Superiori la vittoria va allo Jucci di Rolando Fanelli sull’Ipsia di Luigi Putignani e del Preside Antonio De Santis .In campo femminile ancora un’affermazione per lo Strampelli di Elisabetta Petroni. 3575 presenze nel Città di Rieti.

 

1989

IMMAGINI DI UNA VITTORIA VERA
La Cassa di Risparmio di Rieti festeggia i 15 anni di vita della Studentesca con una splendida pubblicazione edita dalla “PIZZI”1989 è l’anno che festeggia i quindici anni di vita della Studentesca . Sono passati già tre lustri da quando si decise di salvaguardare il vivaio inventando la “Studentesca”. Per festeggiare l’evento la Cassa di Risparmio Rieti da alle stampe una pubblicazione che da sola decreta il salto di qualità di questa realtà : “Immagini di una vittoria vera”. Ai vertici Fidal c’è il cambio della guardia con Gianni Gola che succede a Primo Nebiolo.
Purtroppo è anche l’anno dell’uscita dalla Società del Gruppo Panzini. Una spaccatura che sicuramente non ci voleva, ma nello stesso tempo l’ambiente subirà una sferzata tale da creare una atmosfera di competitività che risulterà positiva. A Verona le allieve sono protagoniste nella finale A di cross grazie alle prestazioni di Patrizia Spuri,Nicoletta Testasecca, Claudia Guidoni,Tamara Scardocci, Anna Paola Vecchi e Mara Orfei. Bruno Nobili prende in mano il settore marcia e alla prima uscita Lang e Perilli chiudono al secondo posto. A Palombara arriva la prima vittoria importante per Enrico Lang . Giancarlo Casciani comincia a creare una scuola d’asta e dietro a Stefano Bianchetti cresce Roberto Palozzi protagonisti agli studenteschi Indoor. Ilaria Di Santo ad Abano,sulle orme di Stella, vince il titolo Csain .Primato assoluto nella 4×400 grazie a Cinzia Brandlechner, Egle Cavallari,Paola De Angelis e Luisa Panzarino che fermano i cronometri a 3’52”0. Stefania Storace a Pescara cancella il primato di Paola Formichetti nel disco. La manifestazione di chiusura dei GSS laurea Rieti 3 nello staffettone 100×80 metri. Nella scheggia vince un certo Chiaretti che diverrà pedina inamovibile del Cesena Calcio. Bettina Vallocchia ai Societari di Genova centra una prestigiosa affermazione nei 100 hs e nei 400 sempre con ostacoli ferma i cronometri su un 61”3 di tutto rispetto. Patrizia Spuri a Senigallia trascina le allieve vincendo i 400, Anna Lisa Boncompagni nei 100 hs scende a 14”91, purtroppo un cambio sbagliato fa saltare le speranze di lottare fino in fondo per il titolo di Società .Pizzoli con 1,93 cancella Fantacci dal primato di categoria. Cipolloni e Boncompagni ,vanno agli europei juniores di Varazdin .Gianrico centra la finale dove è settimo, Angelo non va oltre le semifinali. .A Foggia Enrico Lang è terzo con un crono che lo inserisce ai vertici. Davide Ciccarelli esordisce in azzurro in Francia. Per entrambi i marciatori arriva l’inserimento nel Club Italia. Gola esalta il movimento atletico reatino”Rieti è il top . Un meeting mondiale per un movimento di base unico”. Nel Trofeo delle Province storico sorpasso di Rieti a Roma .Vittorie per Monica Valenzi,Nicoletta Nobili , Marina De Santis ,Emiliano Pizzoli,Massimiliano Giovannelli,Ivan Di Marco, Alessandro Leoni e Daniele Bianchi. A Formia Stefano Bianchetti vola a 4,60. Otto titoli Csain nella finale nazionale al Guidobaldi. Pizzoli sale ancora :1,94. Massimiliano Giovannelli a Caorle è tricolore con 13”47 nei 100 hs, per Patrizia Spuri ed Emiliano Pizzoli c’è il bronzo. Le iniziative che la Studentesca propone riscuotono un ‘adesione fuori di qualsiasi aspettativa. La Scheggia Fidal laurea atleti d’avvenire come Emiliano Pizzoli,Arianna Vulpiani, Sonia Mariani,Nicoletta Nobili. I Cadetti vincono il titolo italiano di combinata grazie a Massimiliano Giovannelli, Emiliano Pizzoli, Massimo Macilenti, Leoni , Enrico Delle Monache, Enrico Milano, Bianchi, Scasciafratte, Giorgio Giannecchini, Danilo De Angelis: ovvero il vivaio di Egidio Capalbo e di Fabio Poles. Nella 100×1000 Giansanti corre in 2’37”1. Per i tecnici e gli Insegnanti di educazione fisica viene programmato il seminario sul tema “La forza nella corsa e negli ostacoli” relatore il professor Carlo Vittori.
1990

IL VALLE TONDA DI POGGIO MIRTETO OSPITA LA GRANDE ATLETICA

Targa d’oro del Coni alla Studentesca Cariri come Società guida

Il CONI provinciale assegna la targa d’oro alla Studentesca Cassa Risparmio come Società guida del movimento sportivo provinciale. Secondo le tabelle Fidal al termine dei 16 anni della sua storia le migliori prestazioni tecniche conseguite da atleti CARIRI sono l,85 di Michaela Tarantino nell’alto premiato con 1077 punti e il 43’43”16 di Davide Ciccarelli nei 10 chilometri di marcia punti 1003. La crescita della Società viene premiata dall’allora Direttore dalla Cassa di Risparmio , Rag. Franco Vecchi con l’assegnazione della sede sociale in piazza Vittorio Emanuele nell’ex Palazzo Dosi . Il Grande Slam ,iniziativa inventata dalla Società per stimolare l’attività di atletica nelle scuole , prende sempre più piede . Le classifiche finali vedono protagoniste per le medie: la Leonardo da Vinci del prof. Egidio Capalbo ed Antrodoco di Ferdinando Poscente in campo maschile ,mentre tra le donne l’affermazione premia la Basilio Sisti di Fedro Le Donne e ancora Antrodoco di Cecilia Molinari . Per le superiori affermazioni per il Vanoni di Luigi Putignani e per lo Strampelli di Elisabetta Petroni. La staffetta 100×1000 vede lo scontro tra Rieti Nord e Rieti Sud con il Nord 6h00’10”8 che brucia il Sud 6h02”14”4 in volata . Le migliori frazioni sono di Guido Mariani 2’33”6 e di Fabiola Paoletti 3’19”3.. E’ l’anno di Davide Ciccarelli che vince il titolo italiano sui 25 km di Marcia a Molfetta , mentre 10 km a Terracina ferma i cronometri sul 43’43”16, cono che gli vale la sopramenzionata prestazione . A Grosseto Monica Valenzi centra il titolo italiano cadette nel disco con 32,76. Il terzo titolo viene ancora una volta da Michaela Tarantino nell’alto promesse .Splendida trasferta a Bressanone dove la sorpresa più bella arriva da Danilo De Angelis, allievo di Capalbo ,che centra l’argento limando il personale di un secondo. L’albo dei primati vede il miglioramenti di primati in tutte le categorie dagli allievi dove Massimiliano Giovannelli scende a 14”5 nei 110 hs, Bruno De Santis infrange la barriera dei 60 metri nel martello a Viterbo. Emiliano Pizzoli porta il limite dell’Octathlon a Formia nelle prove multiple dove è secondo con punti 4898 (11”32/6,38/36,82/1.89/14”90/24.10/2.80/2’56”) Tra gli juniores Gianluca Tomassoni sale a 6,82 nel lungo,mentre in campo femminile Patrizia Spuri scende a 55”69 nei400 di Bressanone, Emanuela Perilli nella marcia fa il primato junior e assoluto con 26’46”1 nella più bella manifestazione organizzata al Valle Tonda di Poggio Mirteto,alla presenza del Sindaco Giuseppe Rinaldi e dell’Assessore allo sport . Il giavellotto di Gian Marco Vitagliano atterra a 57,74 all’Acquacetosa. Nella staffetta del miglio primato assoluto grazie a Claudia Guidoni, Bettina Vallocchia, Cinzia Brandlechner e Patrizia Spuri chiude a 3’51”72 a Roma ,mentre le juniores a Bressanone con Paola De Angelis, Marina Scappa,Claudia Guidoni e Patrizia Spuri scendono a 3’58”65 e centrano il bronzo. Stefania Storace porta il primato del disco a 42,02. Sonia e Daniele Mariani comandano le classifiche del Trofeo Giovanile .Le cadette sono protagoniste nel Lazio ,mentre i cadetti sono secondi alle spalle delle Fiamme Gialle . La squadra allieve vince l’interregionale ad Ostia ,mentre gli allievi sono quinti in Italia nella finale di Caravaggio.. La X edizione della Scheggia vede protagonisti Clara Pastorelli e Fabio Inches tra i ragazzi B, Fabiola Mariani e Simone Petrucci Ragazzi A, Marina De Santis e Daniele Mariani tra i cadetti, Nicoletta Nobili e Danilo De Angelis tra gli allievi A e Patrizia Spuri ed Emiliano Pizzoli tra gli allievi B.). Il città di Rieti laurea Riccardo Grillo,Monica Valenzi,Stella Di Santo,Massimiliano Giovannelli,Diego Incitti,G.Luca Flamini, Patrizia Spuri,Bettina Vallocchia. Il titolo di Combinata degli allievi pone il suggello ad una stagione da incorniciare grazie alle prestazioni di Massimiliano Giovannelli, Emiliano Pizzoli,Mauro Rossi,Danilo de Angelis, Massimo Macilenti,Massimiliano Filipponi,Francesco Forlani ,Enrico Delle Monache.Un arrivo in volata perché la Cariri totalizza 15.292 punti contro i 15.227 del Cus Torino,un’ inezia che assegna il titolo a Rieti. Indimenticabile la ventesima edizione del Meeting con Seghey Bubka grande protagonista. Rieti è primo in Italia e dodicesimo al mondo. A San Benedetto del Tronto il Lazio vince il XXIII Juvenid grazie alla CARIRI. Sei titoli individuali con Marina De Santis 1’44”3 nei 600,Sonia Mariani 48”0 nei 300 hs, Monica Valenzi 32,02 nel disco per le cadette. Tra i cadetti vittoria di Daniele Mariani 43”1 nei 300 hs e di Cristian Cruciani nel martello. L’alto allievi vede Mauro Rossi vincere con 1,95. Immatura scomparsa della giovane insegnante di educazione fisica, collaboratrice dell’Ufficio di educazione fisica, Anna Spadoni.

 

1991

CONEGLIANO CHE BEFFA.

PER UN PUNTO E MEZZO SIAMO SECONDI DUE VOLTE

Anno numero 17 (a Conegliano ne abbiamo la controprova), ma vinciamo anche la superstizione e la stagione risulterà d’oro per i risultati conseguiti e le iniziative promosse . L’esempio della Cassa di Risparmio Rieti prima Cassa in Italia a sponsorizzare una Società sportiva , viene ripreso dall’ACRI che affiancherà i Giochi della Gioventù Nazionali. .

Saranno cinque i titoli italiani conquistati dagli atleti Cariri ,senza dimenticare il titolo di Fabiola Di Santo per la BPR di Toto Panzini in quel di Grosseto . Fabiola centrerà una vittoria insperata ma per questo più carica di soddisfazione . Sempre a Grosseto Emiliano Pizzoli centra il primo titolo di una carriera esaltante dominando i 110 ,sempre negli ostacoli questa volta nei 400, l’oro tocca a Sonia Mariani che contribuisce anche alla vittoria della 4×400 in compagnia di Nicoletta Nobili, Marina De Santis ed Emiliana Piacente . Da Cesenatico arriva la storica affermazione di Enrico Lang ,comunicata a gara conclusa ,ma non per questo meno entusiasmante con Enrico che sulla gioia dell’entusiasmo sembra alto quanto Fulvio Festuccia e Vittorio Rinaldi. Arriva anche il titolo di Patrizia Spuri nei 400, un’altra vittoria che sovverte i pronostici . Sempre a Cesenatico grande gioia nel clan reatino per i titoli di Andrea Putignani e Angelo Cipolloni. Agli assoluti di Torino Lucilla Andreucci centra due bronzi pesanti prima nei 3000 e poi nei 10.000. Dal criterium di Rimini arriva l’oro di Daniele Mariani che consacra la Scuola Reatina degli ostacoli.Si vestono d’azzurro Patrizia Spuri a Salamanca, a Salonicco e a Molfetta, Fabiola Paoletti alle Universiadi di Sheffield nella Maratona, Enrico Lang a Molfetta e Ostersund, Emiliano Pizzoli a Bruxelles e Las Rozas sede delle giornate europee della Gioventù dove ci saranno anche Riccardo Balloni e Massimo Macilenti.Si moltiplicano le iniziative a favore del mondo della Scuola ,il vero segreto della crescita del movimento atletico reatino , e a fianco di iniziative avviate come la Coppa del Provveditore ormai giunta alla settima edizione, ,la Scheggia Sabina XI edizione, le Prove Multiple VIII edizione, Città di Rieti VII edizione, Giochi e Studenteschi Indoor alla V edizione , la Classe Più veloce II edizione , la 100 x1000 nuova formula alla II edizione ,il Grande Slam alla IV edizione si affiancano la prima edizione del Trofeo Conti Piante Indoor e la SuperCoppa Cariri. La settimana delle prove multiple laurea David Gnan e Roberta Proietti tra i ragazzi, Andrea Sampalmieri e Chiara Milardi tra gli esordienti, Silvio Pezzotti e Fabiola Giovannelli tra gli allievi, Luca Bonanni e Valentina Rocchetti tra gli assoluti. La 100×1000 fa registrare uno strabiliante 3’16”52 di Giampaolo Puglielli (Insegnante di educazione fisica ,poco portato per la corsa, ex play delle giovanili e ed adesso coach della Sebastiani che corre con il 47 -morto che parla -). I tempi migliori ad opera di Stella Di Santo 3’07”9 e Michelangelo Salvatore 2’32”30.Multilateralità per frenare la specializzazione precoce alla base della politica societaria. Arrivano anche i titoli di specialità grazie agli ostacoli maschili con Emiliano Pizzoli, Daniele Mariani, Giampiero D’Angeli, Massimiliano Giovannelli nei 110 e nei 400. Le donne vincono i 100 hs con Emiliana Piacente, Sonia Mariani, Grillo Arianna e Federica D’Ascenzo, mentre nei 400 sono seconde grazie a Sonia Mariani, Federica Barbante, Arianna Grillo e Emanuela Monti. Nella combinata la Cariri è prima. Nei lanci arriva il titolo nel martello la specialità preferita dal responsabile, Roberto Casciani. Le prestazioni che permettono di arrivare al titolo sono di Bruno De Santis, Enrico Delle Monache, Cristian Cruciani e Daniele Maffei. Basta dare uno sguardo ai vincitori della Scheggia 1991 per rendersi conto di quale importanza rivesta la manifestazione per il futuro atletico della Società. Ragazzi Alessandro Battinelli e Roberta Proietti, Cadetti A Marco Trovarelli e Clara Pastorelli, Cadetti B: Stefano Pizzoli e Arianna Vulpiani, Allievi A: Emiliano Pizzoli e Nicoletta Nobili, Allievi B Daniele Mariani e Marina De Santis.

 

1992

IL 1° GRAN PREMIO SCUOLA VA ALL’ORAZIO PASSO CORESE E ALLA BASILIO SISTI.

A GIULIANOVA DUCA DEGLI ABRUZZI CAMPIONE D’ITALIA

La Studentesca grazie alla Cassa di Risparmio di Rieti raggiunge la maggiore età. Sono diciotto gli anni di attività della Società che vede uno dei più prestigiosi riconoscimenti con la chiamata nel Club Italia di ben 10 atleti usciti dal vivaio. Si tratta di: Cristian Cruciani,Daniele Mariani,Sonia Mariani, Flavia Paoloni, Roberto Paris, Silvio Pezzotti, Simone Petrucci,Andrea Santini,Marco Trovarelli,Monica Valenzi. La copertina dell’annuario è dedicata Patrizia Spuri, la ragazza scoperta alla media di Passo Corese e divenuta nel corso degli anni una delle punte di diamante della Società che c continua l’ascesa ai vertici del movimento atletico italiano.Le componenti si identificano nella sensibilità dello sponsor,la preparazione dei tecnici,i rapporti con la Scuola, la collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, la presenza sul territorio del Meeting. Sette i titoli italiani conquistati nel 1992 ad opera di Patrizia Spuri nei 400 con un eccellente 54”41, la 4×400 che oltre a Spuri schierava Claudia Guidoni,Federica Barbante e Nicoletta Nobili. Da Grosseto arrivano i titoli allieve di Sonia Mariani e Monica Valenzi rispettivamente nei 400 hs e nel disco. Da Senigallia le affermazioni arridono agli allievi primo anno con Silvio Pezzotti nei 400 hs , Marco Trovarelli nei 400 e Andrea Santini nell’asta . E’ un anno felice anche per quanto riguarda le nazionali visto che vestono l’azzurro Emanuela Perilli nella Marcia, Mauro Rossi nei 400 hs e Patrizia Spuri . Pioggia d’oro dai campionati di specialità con la Cariri che vince 200,400,asta ,110 e 400 hs,disco e per i gruppi di specialità salti e ostacoli maschili e lanci femminili.

Il nuovo presidente della Società è Alido Tozzi che nel momento di lasciare il testimone di Direttore Generale della CARIRI Spa al ragioner Franco Vecchi ,assume la nomina di numero uno della Atletica Studentesca. Le iniziative rivolte al mondo della Scuola riscuotono un successo crescente . La Classe più veloce vede Borgorosae dare scacco matto alle Direzioni reatine. Lo staffettone 100×80 metri vede Rieti 3 vincere in volata su Rieti 1. La Scheggia Sabina laurea Lucia Angelini e Marco Laureti. La vittoria per scuole è di Rieti 1. Grazie all’accordo Cariri –Cariplo viene effettuato il 1° Gran Premio Scuola e le istituzioni scolastiche reatine danno una dimostrazione di quanto bene operino gli Insegnanti di educazione fisica nella nostra Provincia. . Allo stadio dei Marmi si affermano la media Orazio Passo Corese in campo maschile con 15’54”0 per la gioia di Arduino Chiari e la Basilio Sisti di Fedro Le Donne con 17’25”0.

Questi i nomi dei protagonisti per l’ “Orazio” Passo Corese Enzo Ceccarelli, Siriano Neri, Ettore Vannucci, Lorenzo Soldati,Cristiano GagliardoStefano Ranazzi,Manuel Moretti,Alessio Rosati,Roberto Carboni,Roberto De Santis, Ivan Lo Giudice,Stefano Cagnizzi, Valerio Zocchi, Alvise Casella, Alessandro Ferri, Gabriele Trovatelli, Davide Brucchietti,Emanuele Lucarelli, Eugenio Pagnotta,Daniele Perrone.

Per la Basilio Sisti Federica Ciani ,Emiliana Valentini,Serena Mariani,Raffaella Dalla Libera,Chira Milardi,Ilaria Piacentini, Rosaria Dell’Uomo D’Arme, Sara Alessandrini,Chiara Scappa, Laura Tosoni, Paola Pelagalli,Emma Vella, Barbara Ficorilli,Stefania Fosso,Raffaella Bardi,Sara Marini,Flavia Eusepi,Emanuela Martellucci e Ilaria Adriani.

Il Trofeo di Marcia vede ancora la Dante Alighieri protagonista, A Giulianova il Duca degli Abruzzi è campione d’Italia tra le Scuole mentre Daniele Mariani vince gli ostacoli.Il Duca degli Abruzzi schierava Monica Valenzi, Sonia Mariani,Marina De Santis,Fabiana Angelosanto,Fernanda D’Ippoliti. Preside dell’Istituto era Benito Graziani le preparatrici della squadra Gabriella Campanelli e Giuliana Picchetti. Grave perdita per lo sport reatino non solo scolastico , scompare Enzo Miccadei. Lo ricorda sul nostro annuario Raul Guidobaldi con il titolo “GRAZIE PRESIDE, sotto la tua Presidenza alla Sisti generazioni di studenti ,felici di andare a Scuola “E’ anche l’anno dell’elezione di Andrea Milardi a Presidente della Fidal Lazio.La scheggia Sabina Fidal laurea Simone Paniconi e Chiara Milardi tra i ragazzi,Fabio Inches e Roberta Galluzzi tra le cadette, Alessandro Battinelli e Clara Pastorelli cadette B,Marco Trovatelli e Arianna Vulpiani tra gli allievi A, Nicoletta Nobili e Danilo De Angelis tra gli allievi B. La settimana delle Prove Multiple prende consistenza . Il Città di Rieti vede una partecipazione di 2515 atleti.. Dalla XXII edizione del Meeting arriva il mondiale di Noureddine Morceli nei 1500 con 3’28”82. Nella 100×1000 i migliori tempi sono di Daniela Chiodi 3’05”6 e di Luca Magnin 2’36”9.

 

1993

A VENEZIA ORO PER LA SISTI NELLA FINALE DEI GIOCHIUn anno difficile visto che c’è uno stravolgimento ai vertici della Cassa di Risparmio ,del Coni Provinciale e del Provveditorato. In seno alla Cassa di Risparmio si avvicendano il presidente Bruno Agabiti con l’Avvocato Olinto Petrangeli e il direttore Franco Vecchi con il dottor Gianfranco Testa . Loris Scopigno dopo 23 anni passa il testimone del Coni ad Alberto Bianchetti, mentre al provveditore Giuseppe Antonio Giordano succede il dottor Roberto Fedele . I nuovi arrivati dimostrano subito di apprezzare il grande lavoro che la Studentesca porta avanti in favore della gioventù della nostra Provincia . Fedele parla di “Un’intuizione sul nuovo rapporto scuola-società civile”, Bianchetti “ Siete entrati d’autorità nella storia della Città”,Testa ”Valenza sul piano dell’immagine e sul piano sociale”. La Società nel frattempo è divenuta una vera e propria scuola di ostacoli infatti dietro a Mauro Rossi titolo indoor promesse ,ad Emiliano Pizzoli titolo indoor junior e all’aperto nei 110 , crescono nuovi talenti che rispondono ai nomi di Roberto Paris ed Silvio Pezzotti tricolori a Bergamo rispettivamente nei 110 e nei 400 con barriere per la categoria allievi. Ai campionati al coperto di Verona centra il gradino più alto del podio anche Massimo Macilenti nel salto con l’asta.Nella stagione all’aperto Patrizia Spuri domina il campo delle promesse a Bressanone nei 400 e lo splendido impianto altoatesino vede il successo della 4×400 junior che schierava nell’ordine Danilo De Angelis, Antonio Di Fazio,Massimiliano Giovannelli ed Emiliano Pizzoli.La Scuola di ostacolismo viene premiata dal titolo dei 110 e dalla combinata grazie anche alle prove di Andrea Grillo e Francesco Agamennone che affiancano le punte Giovannelli,Rossi e Pizzoli.

Il 1993 vede ben 10 atleti vestire la maglia della nazionale nelle rispettive categoria da quelle assolute di Emanuela Perilli e Patrizia Spuri a quella junior con Emiliano Pizzoli,Massimo Macilenti e Bruno De Santis . A livello under 17 sono ben cinque i convocati per le giornate europee della Gioventù: Marco Trovarelli,Roberto Paris,Cristian Cruciani,Danile Mariani e Flavia Paoloni. Da Venezia arriva l’affermazione che esalta il connubio scuola Società con la vittoria dei Giochi da parte della Scuola Media Basilio Sisti del Professor Fedro Le Donne.I componenti della scuola prima classificata sono Alessandro Battinelli,Alberto Milardi, Bernardino Ruggeri, Simone Tomasselli,Massimo Rinaldi, Antonello Bonafaccia. E poteva essere anche doppietta …. se ci fosse stata Susanna Del Grande tra le ragazze che chiudono all’ottavo posto . Guarda caso c’era Ercole Bianchetti come accompagnatore del Coni ,lo ritroveremo anche nel Trofeo delle Province e al Guidobaldi per la prima doppietta allievi della Cariri. Nel tentativo di coinvolgere il maggior numero di alunni, la Studentesca si fa in quattro , infatti a livello ragazzi nascono anche l’Olimpia Cariri ( Basilio Sisti e Dante Alighieri),la Provincia Cariri( Cittaducale, Antrodoco,Cantalice,Borgorose e Torricella) e gli Esordienti Cariri ( Vinci,Ricci e Pascoli) . Le tre Società curano i ragazzi al primo anno di categoria per poi riunirli tutti nella studentesca al secondo anno.Il Meeting festeggia la XXIII edizione con un fantastico record di Nourredine Morceli sul miglio. Salgono a 18 i record( mondiali,europei,italiani) stabiliti nel corso di questa manifestazione che tutto il mondo dell’atletica ci invidia,a l punto che gli spagnoli arrivano a denunciare un immaginario difetto di lunghezza dell’anello reatino Si intensifica l’attività grazie al Città di Rieti che si conferma oltre le 2500 presenze. La Settimana delle Prove multiple si trasforma in Decade e annovera tra i protagonisti Luca Bonanni e Chiara Equino. I protagonisti della Scheggia Sabina sono : Silvia Nucci e Massimo Aureli tra gli Esordienti, Claudia Gentileschi e Antonio Matteocci tra i ragazzi, Chiara Milardi e Alessandro Battinelli nei cadetti A ,Andrea Vecchi e Laura Tosoni nei cadetti B, Clara Pastorelli e Stefano Pizzoli negli allievi A ,per chiudere con Arianna Vulpiani e Michele Santori negli Allievi B. Prende quota l’attività invernale con il Conti Piante che valorizza il pistino coperto.La 100×1000 si trasforma in un simpatico confronto tra CARIRI e Forestale. Immatura scomparsa di Luigi Giansanti. Per ricordarlo la 100×1000 assegna il primo memorial che va all’amico forestale Giuseppe Ruggero ,sua la miglior frazione con 2’38”.

 

1994

I SUCCESSI NEL GIRO CHE UCCIDE FRUTTO DELLA STAFFETTA 20X300Nelle Indoor a Verona centrano il tricolore Mauro Rossi e Patrizia Spuri rispettivamente nei 60 h e nei 200 promesse. Da un esame dei titoli conquistati arriva la conferma della validità della scelta di avere inventato la staffetta 20×300 alle medie e successivamente la 10×300 alle Superiori. Il medagliere parla infatti di un monopolio della CARIRI sui 400 e Spuri fa un fantastico poker ,visto che vince prima il titolo junior a Pescara e poi l’assoluto a Napoli. Sempre da Pescara arrivano le affermazioni di Nicoletta Nobili al titolo junior sia individualmente che nella 4×400 dove le fanno compagnia Sonia Mariani, Flavia Paoloni e Federica Barbante. A Torino nei Campionati Allievi Silvio Pezzotti è tricolore nei 400 ostacoli, mentre Marco Trovarelli è argento sui piani e si rifà nella 4×400 dove insieme a Pezzotti, Bruno Van Mosselvelde e Stefano Pizzoli brucia il Cus Torino di Edoardo Vallet protagonista della gara individuale. Arriva l’ennesimo titolo di specialità sempre negli ostacoli grazie a Mauro Rossi,Stefano Pizzoli,Roberto Paris e Andrea Grillo. Maglia azzurra della nazionale assoluta per Patrizia Spuri ed Emanuela Perilli. Nelle rappresentative juniores vengono chiamate Nicoletta Nobili,Cristian Cruciani,Marco Trovarelli ,Sonia Mariani e Flavia Paoloni .Per le Gymnasiadi volano a Cipro Marco Trovarelli , Silvio Pezzotti e Simone Petrucci.. Grande edizione della staffetta 20×300 sotto l’egida dell’IPSSAR alla presenza dei coordinatori del Lazio.Oltre 600 gli iscritti al criterium regionale laziale indoor riservato ai ragazzi.

A Pescara nei campionati Junior e promesse oltre agli ori sopramenzionati da registrare gli argenti per Riccardo Balloni nell’asta e Cristian Cruciani. Nel giavellotto. Cristian durante il Città di Rieti porta il personale a 64.30 . A Cipro esaltante prova di Marco Trovarelli che centra l’argento con 48”14 seconda prestazione italiana di sempre al limite dei 17 anni ,secondo solo a Donato Sabia. L’unico oro delle Gimnasiadi arriva dalla staffetta 4×400 , grazie anche alle frazioni di Silvio Pezzotti e Marco Trovarelli. Nello staffettone 100×80 metri storica affermazione di Rieti 2 che schiera oltre alla Minervini,Madonna del Cuore e Quattro strade . Alla finale di Coppa Italia terzo posto della squadra maschile che vede tornare in rossoblu Angelo Cipolloni e Mauro Rossi. Chiara Oddi e Giampiero Moronti sono le schegge 1994 a livello scolastico. Bella crescita della Decade delle Multiple che laurea Alberto Camatti dell’Agip Petroli e Ilaria Gori Atletica “75” Faenza per il settore assoluto.Tra i cadetti vittorie di Chiara Milardi e Giorgio Stefanelli ,per i ragazzi i nomi nuovi sono Claudia Gentileschi della Ricci e Amedeo Angelosanto di Cittaducale.Il Marconi vince la Supercoppa grazie ai punti decisivi nella Decade dove si evidenziano Giorgio Galasso ed Elisa Bonanni . Tra i nati del 1983 i protagonisti sono Chiara Oddi e Giampiero Moronti che raddoppiano il successo nella scheggia. Il titolo per le medie va alla Leonardo d Vinci di Egidio Capalbo.Alla rassegna nazionale cadetti a Riccione Laura Tosoni si vede relegata al secondo posto con la stessa misura della prima . Bene Chiara Milardi quarta con 46”15,mentre la staffetta 4×100 maschile composta da Focaccetti,Stefanelli, Milardi e Quintiliani vince il titolo con 44”97.

La decima edizione del Trofeo Città di Rieti laurea Rosalba Bradde, Antonio Matteocci per il 1981, Irene Santin e Bruno Berardi per il 1982, tra i cadetti affermazioni di Laura Tosoni e Alberto Milardi,tra gli allievi la spuntano Stefano Pizzoli e Barbara Brandlechner, lo junior protagonista è di Latina , gareggia per l’Agip Petroli, è Mauro Telleschi. Maura Cosso e Stefano Bianchetti dominano tra i seniores.

 

1995

TRE ATLETI MADE IN CARIRI AI MONDIALI DI GOTEBORGL’anno è contrassegnato dalla scomparsa di Raul Guidobaldi . Una perdita incalcolabile per lo sport reatino. Il Professore era una istituzione,un personaggio con il dono della perfetta organizzazione e il carisma del comando. Di lui Aimone Milli nell’occasione scrisse “ Descrivere Guidobaldi è come pretendere di descrivere un vulcano in eruzione per la Sua continua emissione di progetti e . innovazioni. Guidobaldi può ben dirsi il rappresentante di un’epoca, il quale ha saputo trasferire nella successiva tutti gli aspetti della precedente in fatto di entusiasmi e di volontà di attivismo”.

Angelo Cipolloni,Enrico Lang, Patrizia Spuri tre Atleti usciti dal vivaio sono convocati per i mondiali di Goteborg. Il riconoscimento più bello al ventesimo anno di vita della Studentesca Cariri ,tra l’altro coronato anche dal podio di Angelo Cipolloni che con la staffetta centra il bronzo .

Una bella risposta a chi parlando della nostra attività si era permesso di dirci “Siete bravi, ma quando lo vincerete un titolo assoluto, quando riuscirete a salire sul podio di una manifestazione a livello internazionale?” Vedere Angelo sul podio iridato di Goteborg rimane una delle soddisfazioni più belle che la Studentesca si sia tolta nei trent’anni di attività. Omar Sacco il talento scoperto da Giuseppe Misuraca in quel di Viterbo quando ancora l’atletica dell’alto Lazio non decollava sceglie la Cariri per avere la possibilità di gareggiare nelle manifestazioni più importanti della categoria junior . E’ proprio Sacco a regalarci il primo titolo del ventennale aggiudicandosi i campionati Indoor Junior a Vigevano con un eloquente 6”87. Emiliano Pizzoli torna con la Cariri e ne approfitta per regalarci l’ennesimo titolo vincendo i 60 hs promesse ,7”98. La stagione all’aperto è contrassegnata dal titolo junior di Robeto Paris nei 110 hs con un promettente 14,67,sempre negli ostacoli Pizzoli fa il bis con 14”46. Da Pescara arriva anche il titolo di Alessandra Coaccioli la martellista ternana venuta a Rieti in prestito per un anno. Arriva anche il premio alla grande forza di volontà di un’atleta che partita dal nulla arriva al tricolore. Parliamo di Daniela Chiodi ,un prodotto del vivaio di Magliano ,seguita da Carla Camerlengo e Orazio Vicari. Daniela a Pescara vince i 5000 promesse.Sacco,Paris,Mariani e Pezzotti vestono la maglia azzurra junior ,mentre a livello allievi l’azzurro premia Roberta Galluzzi. A livello assoluto e promesse record di presenze per la Cariri visto che fanno parte della rappresentativa assoluta Emiliano Pizzoli, Mauro Rossi, Alessandra Coaccioli , Daniela Chiodi e Nicoletta Nobili. Da segnalare che ai campionati italiani di staffette svoltisi a Rieti il quartetto Omar Sacco, Alessandro Vecchi,Silvio Pezzotti e Marco Trovarelli fanno il primato della svedese con 1’54”09 che ancora figura nell’albo d’oro dei primati italiani. Gli ostacoli rappresentano la miniera inesauribile per il medagliere sociale e grazie a Pizzoli,Rossi e Paris arriva il titolo dei 110 e nella combinata 110 e 400. Petrucci purtroppo non si presenta si presenta e così salta il titolo dell’asta. Si battono bene le discobole seconde con Monica Valenzi, Laura Berton e Alessandra Coaccioli. La Coppa Italia vede le donne invertire il risultato del 1994 ,3° la squadra femminile e 6 ° quella maschile. E’ l’anno di Borgorose che doppia il successo nella classe più veloce ,ma vince anche lo staffettone davanti a Rieti 3. Pizzoli fa l’esordio nella nazionale assoluta a Città del Capo.Il movimento di Shewood cresce ,in gara 240 alunni. Colle è nominato fiduciaro Laziale del GGG.Perfetta l’organizzazione dei Campionati Italiani di staffette che vedono anche un seminario di aggiornamento tecnico tenuto da due studiosi di fama mondiale come Carlo Vittori e Carmelo Bosco.La Scheggia vede la conclusione in anteprima ai Campionati e laurea Giorgio Galasso ed Elisa Bonanni. Ancora grande atletica al Valle Tonda . La Cariri riporta il Lazio alla vittoria nello Juvenid.

 

#studmilardi